L’IIS Eliano-Luzzatti di Palestrina, per la regia di Igor Geat, dedica una giornata, da non perdere, ai temi della divisione e della incomunicabilità a causa dell’innalzamento di muri fisici e morali in tempi antichi e fino ai giorni nostri. Questo spettacolo fa parte dei progetti che il nostro Istituto riserva all’esperienza teatrale.

La foto ritrae un momento dello spettacolo
Un momento dello spettacolo

Il giorno 31 Maggio 2019, presso il Teatro Principe di Palestrina, sono stati impegnati gli allievi del laboratorio teatrale del nostro istituto, triennio in PCTO “I mestieri dello Spettacolo” e biennio. Lo spettacolo, nato da un progetto di teatro scuola nell’ambito del progetto “Un Mare di Cultura”, è poi andato in scena all’interno del Festival “Le Tuscolane” presso il teatro Romano del Tuscolo il giorno 7 Giugno, ottenendo una speciale menzione.

Il protagonista dello spettacolo, che interpreta Dioniso
Il protagonista dello spettacolo, che interpreta Dioniso

La realizzazione de “Le baccanti” è il frutto di un articolato programma di lavoro, gestito dal regista, Igor Geat in ambito di Alternanza scuola-lavoro, e dai collaboratori docenti interni: La Tutor di progetto prof.ssa Casillo Elvira, il collaboratore scenografo prof. Gobbo Gianluca, e il prof. Maddonni Maurizio, sia in aula che sul territorio prenestino. Gli alunni partecipanti sono stati circa 50 e le fasi di lavorazione, studio e prove li ha visti impegnati per 2 ore anche due volte a settimana per quasi tutto l’anno scolastico. La sfida nell’affrontare un testo classico, anche per ragazzi del biennio, che ancora non affrontano i mostri sacri della cultura greca e latina, si è dimostrata intrigante, stimolante e motivo di crescita sociale e culturale. L’importanza del teatro nelle scuole e la necessità di supportare tali progetti le si possono certamente derivare e meglio comprendere dalle parole che una allieva del corso, attrice, collaboratrice e addetto stampa ci ha regalato nel seguente articolo:

“Il gruppo teatrale dell’istituto Eliano Luzzatti composto da cinquanta giovanissimi ragazzi è tornato in scena sotto la regia di Igor Geat e in collaborazione con il centro D.A.D Diffusione arte e danza con lo spettacolo “Euripide e Le Baccanti”, che ha visto il suo debutto scenico il 31 Giugno 2019 presso il Teatro Principe di Palestrina per poi proseguire al Teatro Antico del Tuscolo di Frascati il giorno venerdì 7 Giugno partecipando alla terza edizione del Festival del teatro studentesco “LE TUSCOLANE”.
Il progetto è frutto di un intenso laboratorio teatrale nel quale i ragazzi hanno abbracciato pienamente il significato primo del valore ideologico che spesso accompagna una rappresentazione- specialmente se si tratta di opere classiche, nonché le varie peculiarità che caratterizzano la figura dell’attore: si sono infatti avvicinati alle complessità del movimento scenico, della danza, del canto, ma anche dei mestieri dello spettacolo in generale: dalla realizzazione della scenografia, ai costumi, alla musica, all’aspetto tecnico del suono, il tutto sotto un grande spirito di collaborazione che ha permesso ad ognuno dei partecipanti di portarsi a casa il ricordo di un’emozione senza paragoni.
Lo spettacolo si articola attorno ad un elemento scenico e concettuale molto semplice: un muro. Un muro che annulla la dimensione temporale racchiudendo dentro di sé anni e anni di storia, partendo dalle troiane che fanno da sfondo alle figure di Palamede e Ulisse, passando per la realtà contemporanea ambientata a Berlino, con chiaro rimando alla ricorrenza dei trenta anni dalla caduta dello stesso, per finire catapultati nell’antica città di Tebe, in Grecia, con le Baccanti di Euripide, dove il muro raggiunge il massimo del suo valore simbolico racchiudendo in sé la tensione che smuove dalle radici le dinamiche del potere inteso in senso sociologico riproposto nelle figure di Dioniso e Penteo, perfetta incarnazione del dinamismo Nietzscheano Apollineo-Dionisiaco.
La scenografia consta di elementi puramente artigianali e realizzati da una figura professionale che ha messo a disposizione le proprie competenze e la propria passione per la creazione del muro e di altri oggetti scenici di grande impatto visivo, il professor Gianluca Gobbo.
 La contestualizzazione storica delle varie scene è stata attuata più che da elementi decorativi e sfondi vari, dalla forza della parola del coro. Il coro infatti è un vero e proprio corpo che anima, guida e svela i nodi concettuali dello spettacolo dall’inizio fino alla fine, cercando di mantenere viva quella finalità primaria che i greci gli attribuivano nel teatro: il coro come voce che parla su un’unica frequenza la parola di molti, il coro come forza rivoluzionaria che mira al cambiamento.
Il movimento coreografico articolato in vari livelli dimensionali, dal sottosuolo al cielo,
e l’utilizzo di strumenti musicali in scena e della voce di alcune attrici, sono anch’essi elementi che sicuramente rimandano alla naturalezza e alla primitività dell’essere umano, accompagnate dalla famosa canzone “Another brick in the wall” dei Pink Floyd.
La replica al Teatro Antico del Tuscolo di Frascati ha visto i ragazzi misurarsi con uno scenario naturale in tutta la sua potenza e bellezza attuando un grande riadattamento spaziale e di movimento nella messa in scena dello spettacolo: piedi scalzi e movimenti furtivi, unghie che graffiano la terra, energia che pulsa e colpisce i sensi dello spettatore, sole che tramonta e ricopre i visi, i sospiri, la stanchezza e la felicità dei partecipanti di un misterioso alone di bellezza condivisa, la stessa bellezza che si genera tra quelle pietre da ormai più di duemilacinquecento anni.
La complessità dello spettacolo ha colpito a pieno la parte più sensibile e più malleabile dei ragazzi: la loro intelligenza. Il testo e il suo riadattamento sono stati accolti come una grandissima occasione per poter sperimentare i propri limiti e, nonostante la loro giovane età, si sono tutti, secondo le proprie disponibilità, piegati al valore educativo del teatro, imparando come la collaborazione ed il rispetto per gli altri possano portare a grandi e soddisfacenti risultati. Queste le parole chiave che si portano nel cuore: “libertà, trance, evasione, nostalgia, maturità, passione, dedizione, ritorno alla natura, amore e fiducia, un gradino in più verso me stesso”. Ma ancor più in particolare, sento di dover condividere le parole di una delle attrici alla sua prima apparizione sul palcoscenico: “il teatro è stato in grado di farmi toccare con mano le emozioni degli altri, di entrare in empatia con altre quarantanove persone. Erano momenti di ansia, di silenzio, la paura di dimenticare le battute e poi le scale, le quinte, il palco, sentire il rumore di ogni singolo passo che fai, il cuore che batte a mille, più di trecento persone davanti a te che ti guardano attraverso il gesto più bello del mondo: l’ascolto. Poco prima di salire sul palco quando ero ancora tutta tremante e spaventata una ragazza mi prese e mi disse: ora capisci perché voglio fare questo lavoro per il resto della mia vita? Due spettacoli dopo, due litri di lacrime dopo, capisco finalmente quella domanda.”
Va inoltre ricordato che in prossimità delle rappresentazioni è venuta a mancare una nostra compagna d’Istituto, e con grande prova di maturità i ragazzi, seppur emotivamente scossi, hanno intrattenuto il pubblico, dedicando a Camilla ogni singola parola, Camilla che ora vive un po’ tra i nostri ricordi un po’ nella linfa che scorre in una piantina nel giardino di scuola a lei dedicata, per ricordare al mondo che l’arte, se accompagnata da un grande valore etico e morale, non va mai in contrasto con la vita, anzi, la eleva fino al cielo.”

ALINA STAN 5 F LES

Un po’ di foto della serata


I progetti teatrali dell’IIS Eliano-Luzzatti

Il biennio

Si è rinnovato anche quest’anno l’impegno teatrale del nostro Istituto che con lo spettacolo nato dal progetto teatrale Oltre il muro “Euripide e le Baccanti” del Regista Igor Geat, ha proposto un’ attività creativa, coinvolgente e partecipativa. Da questo sodalizio triennale con il Regista e Scenografo Igor Geat del DAD ( Centro Diffusione Arte e Danza) di Zagarolo e l’associazione culturale C.A.M.I (Centro Artistico Musicale Italiano), anche quest’anno all’ I.I.S. Eliano Luzzatti di Palestrina si è svolta un’intensa attività teatrale che ha visto coinvolti sia gli studenti del Biennio che quelli dell’ASL ( Alternanza Scuola Lavoro) ora rinominata con l’acronimo PTCO. Tale collaborazione ha portato, come già detto, allo sviluppo del progetto teatrale Oltre il muro “Euripide e le Baccanti ” con cui si è affrontata la tematica del Teatro Antico Greco classico che, nella stessa sua accezione indica ciò che non passa mai, e cioè un modello, una forma espressiva sempre attuale ed immortale.

Il Regista Igor Geat, a tal proposito, per arricchire la nostra riflessione sul teatro antico ha proposto agli studenti del Biennio di iniziare la rappresentazione teatrale con il Palamede, personaggio di cui già Euripide scrisse come molti altri autori classici ma che la storia ha dimenticato, poiché il più grande di tutti i cantori greci, l’Aedo per eccellenza ossia Omero, non ne diede alcuna notizia. Il nostro muro allora ha fondamenta ancor più lontane nella storia, inizia con il lamento delle troiane, (le studentesse del biennio) splendide nella drammaticità e nella forza evocativa. E’ il muro della combusta Ilio che difendeva se stessa dall’invasione achea. Sotto quelle mura e dentro quelle mura, gli studenti hanno raccontato la storia di Palamede, il migliore, il più bello e geniale tra i greci che per l’invidia e l’inganno di Odisseo venne lapidato sotto quelle mura. Come si evince da queste poche righe scritte l’impegno e il lavoro degli studenti del Biennio sono stati esemplari poiché pur se nuovi alla recitazione essi hanno dato vigorosa prova di sé e portato vanto e lustro a tutto l’Istituto.

Essi, in tal modo, nella messa in scena hanno maturato la consapevolezza delle proprie capacità, confrontandosi con se stessi e con il pubblico, hanno vissuto la scuola come un’esperienza non solo legata alla loro classe ma anche sul territorio, infatti la Prima s’è svolta il 31/05/19 al Teatro Principe di Palestrina dove il gruppo è andato in scena dedicando la serata a Camilla, la studentessa della scuola recentemente scomparsa. La sensibilità e l’impegno messo per tenere la scena con così tante emozioni è stato ammirevole e i ragazzi del Biennio, come del resto i loro compagni più grandi dell’Asl, hanno dato prova di grande professionalità e responsabilità.

Altro impegno importante sul territorio è stata l’ammissione e la partecipazione del gruppo di teatro dell’Istituto al Concorso del Festival delle Tuscolane, grazie al progetto Olte il Muro “Euripide e le Baccanti”, scelto tra i progetti finalisti delle scuole dei castelli romani; concorso che rappresenta la più importante kermesse teatrale per gli studenti delle scuole superiori della zona, patrocinato dalla Comunità Montana dei Castelli Romani. Anche qui grande lavoro che ha visto i ragazzi del gruppo del teatro impegnati dalle ore: 13.30 alle ore 20.00. Spettacolo che nella meravigliosa cornice del teatro romano del tuscolo (del 75 a.C.), in una delle zone più affascinanti dei castelli romani, ha avuto il suo atto finale il giorno 07/06/2019 con un ultima ma straordinaria prova di un gruppo che in futuro farà sicuramente parlare ancora di sé.

Il triennio (in PCTO)

“I mestieri dello Spettacolo” è un progetto triennale, in ambito di Alternanza scuola-lavoro, PTCO (ex ASL) rivolto a gli alunni del triennio dell’IIS Eliano -Luzzatti, che prevede la frequenza ad un corso di laboratorio teatrale finalizzato all’allestimento di uno spettacolo ispirato a testi classici. Le 30 ore in aula si articolano in fasi progressive atte a sviluppare le capacità e le competenze necessarie per operare, in seguito, in altri ambiti di stage formativi (ulteriori 30 ore in PTCO) e realizzare un vero e proprio percorso lavorativo presso strutture ospitanti sul territorio.

Il Percorso

Nel biennio 2016-2018 il laboratorio si è svolto con la finalità di analizzare, reinterpretare, in chiave moderna, il testo di Aristofane “Le Donne al Parlamento”, il corrente anno scolastico 2018-2019 ha visto Il regista Igor Geat proporre e lavorare sul testo “Le Baccanti” di Euripide. Anche per quest’anno grazie alla collaborazione con alcuni docenti, ciascuno per le proprie specifiche competenze, si è potuto portare a termine il progetto teatro partendo dal mese di Settembre con la rappresentazione in piazza, il giorno 30, in occasione dell’open day del IIS Eliano-Luzzatti, il testo di Aristofane “Le Donne al Parlamento”. Si è proseguito nella scelta del nuovo testo da affrontare per il corrente anno scolastico ed una prima prova del lavoro che si stava svolgendo, riguardo al testo “Le baccanti” di Euripide, è stata esibita in occasione della Notte Bianca dei Licei lo scorso Gennaio. La messa in scena ha avuto un iter molto difficile quest’anno per una tragedia che ha colpito il nostro istituto. Rinviato una prima volta dal giorno 25 Maggio al 31 presso il Teatro Principe di Palestrina, i ragazzi hanno comunque mostrato grande serietà ed impegno nonostante il dolore e la presa di coscienza delle nostre umane fragilità e precarietà. E’ stato rinviato una seconda volta per condizioni climatiche e finalmente il giorno 7 Giugno sono approdato con sole favorevole al teatro Romano del Tuscolo dove hanno davvero mostrato professionalità senso del dovere e passione. L’esito della giuria della terza edizione del Festival del Tuscolo ha decretato vincitore del concorso l’istituto Fermi di Albano, tuttavia, durante la cerimonia di chiusura, il giorno 11 Giugno presso l’area archeologica del Tuscolo, sia la giuria dei giovani tra cui vi era l’alunno Coletta Aldo Maria del 5 B classico, che la giuria degli esperti, si sono trovati d’accordo a definire il lavoro svolto dal regista Igor Geat e dai nostri alunni un esempio di bravura e professionalità per la cura dei particolari, la scenografia, i costumi, e una menzione speciale è andata all’interpretazione di Cristian Masella nelle vesti di Dioniso.

Le collaborazioni

Si ringraziano gli organi dirigenziali la DS Cinzia Delisi, con la DSGA, Giuseppina De Martino, e i collaboratori di segreteria, il vicario Prof. De Angelis Maurizio, i docenti referenti PTCO, prof.ssa Siciliano Nicoletta, prof.ssa Rossi Paola, la referente Tutor di progetto prof.ssa Casillo Elvira, i referenti del laboratorio teatrale biennio prof. Gobbo Gianluca (scenografo) e prof. Maddonni Maurizio.

Si ringraziano i genitori degli alunni che hanno supportato con una buona dose di elasticità e comprensione tutte le fasi operative di realizzazione degli spettacoli. Si ringraziano gli alunni che si sono spesi e aiutati a vicenda e hanno affrontato le difficoltà con senso di appartenenza all’IIS Eliano-Luzzatti che crede nelle loro potenzialità, sia in ambito scolastico che professionale. Il percorso di alcuni alunni continuerà anche dopo la chiusura dell’anno scolastico, sia in collaborazione con il DAD di Zagarolo che con l’associazione teatrale Imprenditori di Sogni, per allestimento e messa in scena di spettacoli nel periodo di Giugno-Settembre 2019, sotto la supervisione del Sig. Igor Geat e della prof.ssa Casillo Elvira.


Condividi sui social
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email