In un’epoca segnata da sfide terribili – quali gli attacchi mai dimenticati dell’ISIS alle memorie e ai simboli più cari appartenenti a tutte le civiltà del Mediterraneo e da scenari sempre più segnati da disegni neo-nazionalisti – la scuola italiana non può esimersi dal fornire una risposta adeguata e coerente con le proprie finalità educative. Alla cultura dell’odio e della violenza fine a sé stessa e a tensioni generate dall’insana voglia di riaffermare primati nazionali che speravamo accantonati per sempre, deve essere opposta una cultura del dialogo e del rispetto tra culture e religioni diverse che permetta ad ognuna, reciprocamente, di offrire e ricevere le proprie ricchezze su un piano di pari dignità.

Nasce di qui, da queste convinzioni, la proposta di far convenire presso la città di Palestrina il prossimo 6-7-8 Aprile 2020, a poco più di quattro anni dal terrificante attentato a Bruxelles, rappresentanti di 40 scuole superiori per cimentarsi nella seconda edizione del Certamen archeologico del Mediterraneo al fine di rendere noti ad un pubblico internazionale ed interreligioso alcuni dei tesori dell’archeologia del mondo greco, latino, islamico, cristiano ed ebraico ubicati nell’area del Mediterraneo. Più in particolare, il Concorso è riservato a studenti del triennio finale dei Licei – Statali e paritari – Classico, Scientifico, Linguistico, Artistico, delle Scienze Umane ed Economico-Sociale. Ogni Istituto potrà iscriversi entro il 20.2.2020 con una delegazione composta da 1 docente e 2 studenti. Gli iscritti al Certamen saranno chiamati a confrontare le proprie conoscenze su una lista di 25 beni archeologici (5 per ognuna delle cinque aree culturali di riferimento) individuati da un Comitato scientifico composto da 5 personalità esperte in ognuno dei settori coinvolti dall’iniziativa. La lista, resa nota sul sito di Istituto (www.iiselianoluzzatti.edu.it) a partire dal mese di Novembre 2019, costituirà la base comune dalla quale, il giorno della gara, saranno estratti i 3 beni archeologici su cui gli studenti compileranno una scheda R.A.(Riconoscimento Archeologico) in lingua italiana che sarà valutata da una Commissione composta da 2 Docenti Universitari, la Direttrice del Museo Archeologico di Palestrina e 3 esperti di Archeologia ebraica, cristiana ed islamica.

L’iniziativa avrà luogo negli spazi del Museo Archeologico Nazionale di Palestrina e sarà organizzata, d’intesa con tutti gli enti coinvolti, dall’IIS Eliano-Luzzatti di Palestrina, ideatore e proponente della manifestazione.
Ai vincitori saranno riservati i premi previsti dal Regolamento a cui si rinvia.

Il Referente del progetto è il Prof. Alberto Iacovacci, Docente di Storia e Filosofia dell’lIS Eliano- Luzzatti di Palestrina (tel. 3393038407, mail: alberto.iacovacci@alice.it).


Download utili

Condividi sui social
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email